, , , ,

Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8

Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8

.

Una sinfonia bellissima, costituita da tre mini-stagioni dal tono totalmente differente: partenza a razzo e dominio incontrastato, crisi che può mandare tutto a monte e rinascita per conquistare un titolo ampiamente meritato, che in una stagione ”normale” sarebbe stato deciso con 6-7 giornate d’anticipo. È il brevissimo riassunto della vittoria del Corinthians, che nella notte italiana ha conquistato il 7° titolo brasiliano (il club più titolato è il Palmeiras, con 9) e vinto, come da copione, un Brasileirao dominato, rimesso in gioco con le proprie mani e riconquistato a suon di vittorie nelle sfide-chiave: la settima sinfonia del Timão, forse, è la più bella per il modo in cui è arrivata e per lo storico risultato raggiunto dai ragazzi di Fabio Carille, capaci di conquistare il campionato Paulista e il titolo nazionale nella stessa stagione.

PARADISO, INFERNO E RITORNO IN PARADISO: LA MARCIA DEL CORINTHIANS– Il Corinthians, che aveva vissuto la separazione da Tite nell’estate 2016 (il buon Adenor Leonardo Bacchi è diventato ct del Brasile, trascinando la Seleçao a una qualificazione da ricordare e al ruolo di favorita per Russia 2018) e una stagione al di sotto le attese nello scorso Brasileirao, chiuso al 7° posto, non veniva molto quotato dai bookmakers per la stagione 2017, anche perchè a non convincere del tutto era la scelta del tecnico: Fabio Carille, vice storico di Tite nel Timão, veniva ritenuto troppo inesperto e privo di personalità per guidare una squadra così importante e così sotto pressione, e invece il tecnico brasiliano (44 anni!) ha sorpreso tutti a suon di leadership, gioco efficace e risultati. Il Corinthians, che già aveva vinto il Paulista, è partito subito forte, infilando 6 vittorie consecutive dopo il pareggio nel debutto contro la Chapecoense e vivendo un avvio da sogno: trascinato da Jò, Jadson, Rodriguinho e dagli altri elementi carismatici della rosa, il club aveva vinto quello che da noi sarebbe il titolo di ”campione d’inverno” con 47 punti in 19 giornate, un totale di 14 vittorie e 5 pareggi e lo status di imbattuto.

Insomma, una partenza da urlo, con la prima sconfitta che era arrivata solo alla 21a giornata (1-0 contro il Vitoria) e aveva sancito una crisi inspiegabile: da nerboruto Superman che spazzava chiunque si mettesse sul suo cammino, il Corinthians si è rapidamente trasformato nel ragionier Filini, mostrando una fragilità inattesa per chi era arrivato al termine del girone d’andata con un succulento +12 e sembrava in totale controllo del Brasileirao. Ko psicologico per un paio di mesi, o forse semplicemente le forze che vengono a mancare a causa del concomitante impegno in Copa Sudamericana (il club è uscito agli ottavi col Racing), sta di fatto che il Timão ha rischiato seriamente di buttare tutto con una serie di risultati negativi: 10 punti in 11 match, con le sconfitte contro Santos, Atletico Goianiense, Bahia, Ponte Preta e Botafogo che si sono aggiunte a quella col Vitoria, andando a costruire uno score con 2 vittorie, 3 pareggi e 6 ko, ma soprattutto sole 7 reti segnate. Il Corinthians si era smarrito e rischiava seriamente di perdere il titolo col suo personale 5 maggio, ma proprio nella gara più complicata è tornato grande: qualche correttivo di Fabio Carille e via, verso il successo nel derby contro il Palmeiras, vinto 3-2 con una partita magistrale. Sono poi arrivate anche le vittorie contro Avaì e Atletico Paranaense, che hanno reso il Corinthians nuovamente padrone del proprio destino: bastava vincere contro la Fluminense per conquistare il 7° titolo e far gioire i tifosi sugli spalti (tra i quali c’era anche un esaltatissimo Ronaldo, da sempre tifoso del club), ma il successo contro la Flu non è stato affatto facile. Gli avversari sono andati in vantaggio dopo un misero minuto, ma poi è uscita la maggior qualità e la voglia di vincere del Timão, che ha ribaltato il risultato con le reti di Jò (2) e Jadson, conquistando la vittoria nel Brasileirao con tre giornate d’anticipo e un robusto +10 sul Gremio: nel 2018 sarà Copa Libertadores, un risultato da incorniciare per i giocatori e per Fabio Carille.

Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8Nike air air air jordan retr 1 alta cinghia sz 14 grigio scuro di puro platino 342132 005 a497c8.

DA SOTTOVALUTATO A RE: L’EPOPEA DI FABIO CARILLE– Veniva dipinto come una scelta di transizione, ma Fabio Carille ha ben presto fatto ricredere i suoi detrattori, dando una chiara impronta tattica al suo Corinthians: l’idea di calcio dell’ex vice di Tite è ben chiara, un 4-2-3-1 (declinato a volte in 4-3-3) nel quale il trequartista (Rodriguinho) ha un ruolo chiave per gli inserimenti e la costruzione delle azioni offensive, e le ali sono sfalsate nei loro movimenti. Sulla destra un trequartista/giocatore d’ordine come Jadson o Clayson, sulla sinistra una freccia capace di giocare anche come punta centrale e quindi di andarsi ad affiancare al vero nove, un ruolo ben interpretato dal paraguaiano Angel Romero, spesso decisivo per le sorti del club: davanti, invece, ecco un ritrovato Jò, passato dal ruolo di seconda punta sprecona a quello di implacabile nueve. L’ex Manchester City ha segnato la bellezza di 18 reti, subendo una trasformazione simile a quella di Dries Mertens e diventando uno spietato goleador: basterà tutto questo per restituirgli una chance europea (Napoli?), oppure deciderà di diventare una bandiera del Timão?

Difficile prevederlo. Fantasia sulla trequarti, ma anche una grande solidità difensiva col duo centrale Pablo-Balbuena (4 gol, è abile anche sulle palle alte) e due terzini di qualità col ricercatissimo Guilherme Arana (piace al Siviglia) e il più bloccato Fagner (ex Wolfsburg), a cui si aggiunge una mediana di rottura e ordine: insomma, nel Corinthians ognuno sa cosa fare e bene, e non ci sono titolarissimi. Chiedere per credere a Jadson (5 gol), finito in panchina dopo alcune prestazioni sottotono nei mesi delle grandi difficoltà: con Clayson in campo, il Corinthians ha guadagnato una rinnovata spinta offensiva, tanta velocità e grandi inserimenti, ben dimostrati dai 6 gol del classe ’95, rivelazione del Brasileirao 2017 insieme ad Arthur (Gremio). Tutti questi giocatori sono, insieme a Fabio Carille (2.02pti di media, con 48 GF e 24 GS in 35 gare) e al portierone Cassio, i protagonisti del Brasileirao vinto dal Corinthians: un successo meritato, una grande cavalcata che impone al Timão di ripetersi nel 2018 ed effettuare un’altra grande stagione tra Copa Libertadores, statale e campionato nazionale. Non sarà facile, come non sarà facile resistere alle sirene del mercato (Rodriguinho rifiutò la Lokomotiv Mosca in estate, ma ora chissà), ma i tifosi del Corinthians non vogliono pensarci, e per ora pensano solo a godersi questo fantastico trionfo. E noi chi siamo per distrarli dai loro festeggiamenti?

Nike e basso sb neon j-pack pennino sz 10 autentico 304292 019,Le scarpe nike air diamante nero / bianco / rosso turf ii scarpe taglia 13 di 47,5,Air jordan 3 '23 size10.5 a infrarossi.,Nike air jordan xii 12 retr lana 10,Nike kyrie 1 stella taglia 10,5 vnds,Nike kyrie 4 amuleti il pennino 46 lc cereali pack!raggiante / multi -,Nike air max 1 id forte grey-white sz 9,5 - 943756-971]Il sergente nike air max 95 db doernbecher 10,5Nike sb met inzuppo "linoleum" taglia 10 rare barocco quickstrikes professionista supremo 2007Nike hypervenom phantom iii df fg profonda royal blue-chrome sz 9 [905274-408]Nike air max 95 premio se nero-nero-white-team orange sz 9 [924478-001],Nike air jordan retr 1 2017, scarpe da uomo taglia 9,5,Lebron iv mango dimensioni 10,5Premio nike air max se la Uomo sz9.5 nero oro metallico (924478 003],Nike zoom kobe xi 11 elite basso "pasqua" brillante mango grey 822675-078 uomini 10,5,Nike air jordan 4 (mars neromon) edizione numero 10 rosso / nero / bianco,2009 air jordan vi 6 varsity rosso 384664-102 Uomo 46Nike sb zoom air regime collab 46,Nike air force academy eybl 1 2017,Nike air force 1 retr sonodiventate vela / vela 941912-100 uomo 12,52004 - nike e aria zoom fc sb doernbecher bianco blu reale rosa 308173-141 8,5,Nike uomini huarache correre ultra in scarpe da ginnastica,Nike air jordan super. volare 4 po uomini 11 scarpe da basket till / turq 819163-3032016 nike air jordan 12 xii retr palestra red 7y 153265-600 dimensione alternativa.Nike air jordan 1 a met anno del cavallo yoth blu reale rosso - nero 652484-405 sz 10,5,Nike air max 90 x l'impronta [aq0926-001] uomini scarpe casual amiamo nike nero,2014 - nike e alta (sb jpack nero gioco reale dimensione 9,5 (4318) 305050-018,Nike air vortice rosso bianco nero 8.903896-600.internazionalista max,Raro nike air max 270 uomini scarpe da corsa ah8050-012 arancione grigio volt,Nike air jordan futuro premio..

 

L’esultanza dei tifosi del Corinthians

(di Marco Corradi, )

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.

/da
563 800 Marco Corradi 2017-11-16 21:10:11Il Corinthians vince il Brasileirao: tutto sulla settima sinfonia del Timão